A che temperatura lavare le lenzuola?


a che temperatura lavare le lenzuola

Sia che tu possieda l’ultimo modello di lavatrice A+++ o che la tua lavatrice abbia alle spalle già 10 anni di duro lavoro, prima o poi ti ritroverai a scontrarti con un immenso ostacolo: il lavaggio delle lenzuola!

Ovvio che se sei cresciuta o cresciuto in compagnia di tua nonna, forse sarai un esperto nel lavaggio di qualsiasi tipo di capo, ma se ti ritrovi all’improvviso a vivere da solo, è possibile che tu non sappia proprio da dove iniziare.

Diciamoci la verità: le lenzuola non sono proprio le cose più semplici da lavare e magari è proprio per questo che sei arrivato sino a questa guida.

Cerchiamo quindi di capire quale sia il metodo migliore per rendere le lenzuola fresche e pulite come appena comprate.


Come lavare le lenzuola bianche?

Partiamo subito dal principio: nel 95% dei casi le lenzuola sono realizzate in cotone e di solito il loro colore è bianco, anche se ovviamente esistono lenzuola colorate, che vedremo nel prossimo paragrafo.

Ogni lavatrice possiede differenti tipi di lavaggi, classificati spesso in base alla tipologia di materiale dei capi che si inseriscono all’interno del cestello o in base allo scopo del lavaggio (capi sportivi, intimo etc.).

Sicuramente anche la tua lavatrice avrà almeno 3 o 4 diversi tipi di lavaggi pensati per i capi in cotone.

Come prima cosa dunque possiamo orientarci su questo tipo di lavaggio, consono col materiale delle lenzuola.

Il secondo step è quello di scegliere le temperature di lavaggio. Solitamente le lavatrici moderne mettono a disposizione lavaggi a 30, 40, 60 e 90° C.

Il lavaggio a 90° C è quello a temperatura più elevata, mentre quello a 30° C è quello a temperature più fredda, nonché quello che utilizza la minore quantità di energia elettrica, poiché l’acqua non deve essere eccessivamente riscaldata.

In passato si era soliti lavare le lenzuola a 90° C. Si usava anche dire “bollire le lenzuola” poiché la temperatura è molto vicina ai 100° C e le lenzuola venivano in questo modo igienizzate al massimo.

Al giorno d’oggi si usa invece evitare l’utilizzo di lavaggi a temperature eccessivamente alte, sia per questioni di consumi, che per ragioni di utilità, poiché bollire le lenzuola non è sempre necessario.

La migliore temperatura alla quale potresti lavare le lenzuola in cotone di colore bianco sono dunque i 60° C.

Una temperatura sufficiente ad igienizzare per bene le lenzuola e pulirle per bene, ma non eccessivamente alta.

Certo è che se sono trascorsi 365 giorni dall’ultimo lavaggio delle tue lenzuola, allora potresti anche prendere in considerazione un lavaggio a 90° C, perché i capi hanno sicuramente necessita di una profonda rinfrescata.

Detto questo ti ricordo che è sempre meglio dare un’occhiata all’etichetta attaccata alle lenzuola, dove un simbolino con un numero all’interno, dovrebbe indicarti la temperatura massima di lavaggio, che di solito è appunto 60°C.

Ovviamente se sei una persona che ha particolare cura delle lenzuola e prevede un lavaggio a settimana, potrebbe essere più indicato lavare alle lenzuola a soli 40°C.

Questo perché lo sporco che si annida all’interno delle lenzuola è tendenzialmente ridotto e un lavaggio a 40°C è più che sufficiente per rinfrescare i capi.

Una volta scelto il tipo di lavaggio non resta che aggiungere un buon detersivo magari bello profumato Opens in a new tab.e un ottimo ammorbidenteOpens in a new tab. e avviare la lavatrice.

Se non sai cosa scegliere tra il detersivo in polvere e quello liquido, ti consiglio di dare un’occhiata alla nostra guida che trovi quiOpens in a new tab., per chiarire ogni dubbio.

Se invece non sai dove vadano messi ammorbidente e detersivo, puoi trovare quiOpens in a new tab. una spiegazione approfondita.


Potrebbe anche interessarti:


Come lavare le lenzuola colorate?

Se le tue lenzuola di cotone sono invece colorate, il discorso cambia un pochino.

Come prima cosa ricorda che i capi colorati devono essere lavati insieme ad altri capi colorati e non insieme a capi di colore bianco.

Se non dovessi attenerti a questa regola, ti ritroverai ad avere tra le mani dei capi di colore bianco molto smorti e di colore grigiastro, a meno che tu non usi un prodotto apposito detto acchiappacoloreOpens in a new tab..

Per quanto riguarda le lenzuola colorate, di solito le indicazioni dello stesso produttore indicheranno un lavaggio ad una temperatura massima di 40°C.

Questa temperatura è quella che io stesso ti consiglio di seguire per il lavaggio, nonostante io stesso sia convinto che le lenzuola colorate possano essere lavate anche a 60°C in caso di necessità, senza correre il rischio di rovinarle.

Procedi poi con l’inserimento del detersivo e dell’ammorbidente e all’avvio della lavatrice, come spiegato in precedenza.


Come lavare le lenzuola in lino?

Se invece ti ritrovi ad avere ereditato delle lenzuola in lino o qualche sciagurato parente tele ha regalate come pensiero per il tuo matrimonio, le cose cambiano abbastanza.

Partiamo col dire che il lino è un materiale molto pregiato (e costoso), dunque possedere delle lenzuola in lino è una vera fortuna, nonostante abbiano anche alcuni svantaggi legati alla loro manutenzione.

Il lino può essere tendenzialmente lavato sino a 60°C, ma dal mio punto di vista, essendo questo un tessuto tanto pregiato quanto un poco delicato nel lavaggio, consiglio vivamente di lavarle ad un massimo di 40°C.

Se la tua lavatrice non possiede una tipologia di lavaggio specifico per capi in lino, scegli il programma per capi delicati (che di solito lava appunto a 40°C).

Oramai quasi tutte le lavatrici di nuova generazione ne posseggono uno, quindi anche la tua dovrebbe nasconderne uno dietro quella manovella.

Come detersivo, meglio optare anche in questo caso su qualcosa di delicato, che non “stressi” eccessivamente il tessuto.

Un ulteriore consiglio è quello di non lasciare mai a lungo le lenzuola in lino all’interno della lavatrice, poiché il lino è un tessuto che tende a stropicciarsi con semplicità e in questo modo le cose si complicano parecchio.

Cerca invece di stenderlo subito al sole bello disteso, di modo che le pieghe tendano a scomparire.


Come lavare le lenzuola di seta?

Se invece sei un amante della classe e dell’eleganza, è possibile che ti sia saltato in testa di acquistare delle lenzuola di seta.

La seta sappiamo tutti essere un tessuto estremamente pregiato, con una gradevole sensazione al tatto e molto sensibile sulla pelle: dormirci su è un vero piacere.

In questo caso ho però una brutta notizia da comunicarti: per le lenzuola in seta è consigliabile un lavaggio a secco, senza l’utilizzo della lavatrice.

Il motivo è che le seta è un tessuto estremamente delicato che in lavatrice tende a restringersi o rovinarsi.

E’ però possibile che la tua lavatrice possegga un programma delicato specifico per la seta. A questo punto sarai tu a decidere se fidarti del tuo elettrodomestico e dargli le tue care lenzuola da lavare.

Detto sinceramente, io al posto tu, non so se mi fiderei…


Come asciugare le lenzuola di cotone dopo il lavaggio?

Per l’asciugatura delle lenzuola di cotone, è sufficiente seguire dei pochi e semplici passi.

Come prima cosa, ricorda di prendere subito i capi lavati dalla lavatrice dopo il lavaggio.

Dimenticarli per ore al suo interno significa correre il rischio che si stropiccino eccessivamente e che assumano un cattivo odore di chiuso, che ti costringerebbe a ripartire da zero.

Successivamente, se il tempo lo permette e hai lo spazio, stendi le lenzuola all’aperto, magari evitando la luce diretta del sole che potrebbe scolorirle (se sono colorate).

Cerca di distendere bene il tessuto, di modo che questo si rilassi e le pieghe si riducano.

Se il tempo è invece cattivo, puoi tranquillamente usare l’asciugatrice. Mentre se non possiedi ancora un’asciugatrice, potrebbe essere arrivato il momento di acquistarne una (utilissima).

Qui trovi un modello TOP che ti evita di stirare dopo il ciclo di asciugatura.


Potrebbe anche interessarti:

Recent Content

© 2020 Copyright Casa e Bimbi