Come addormentare un neonato e farlo dormire velocemente

Quando una coppia decide di mettere al mondo un bambino sono moltissime le domande e i dubbi che si pongono e, tra le paure più comuni, c’è quella di non riuscire a gestire il ritmo sonno-veglia del nascituro. Come addormentare un neonato, quindi, diventa uno dei problemi più immediati da risolvere dopo il parto, insieme all’allattamento e all’igiene.

L’esperienza con mio figlio Martin mi ha insegnato che, quando nasce il bebè, le abitudini delle famiglie cambiano drasticamente in base al sonno del bambino, ed i genitori non possono che affrontare questa difficoltà adattandosi ai bisogni del nascituro.

In questo articolo troverai alcuni utili consigli su come favorire il sonno del piccino, come farlo addormentare, le posizioni migliori in cui il bambino si sente a suo agio per addormentarsi velocemente e le problematiche in cui potrai incorrere per far addormentare il neonato

Come far addormentare un neonato

Quello di addormentare un neonato in 40 secondi è il sogno di ogni genitore e non nego che sia stato anche il mio per i primi sei mesi di vita di Martin. Ma la realtà è ben diversa e, pian piano, abbiamo dovuto imparare come far addormentare un neonato, il nostro!  

Far addormentare il neonato senza problemi non è sempre un’impresa facile. Sincronizzare il sonno tra mamma e bambino, dormire vicini e allattare favorisce il rilassamento del bebè.

Dormire accanto ai bambini, se allattati al seno, porta il genitore a gestire nel modo migliore i frequenti risvegli del neonato: la mamma è subito a disposizione e il neonato si addormenta al seno dopo la poppata

Gli ormoni stimolati dall’allattamento – ossitocina e prolattina – facilitano il sonno del bebè e il riposo, sia della mamma che del suo bambino, e il cucciolo può scivolare facilmente nel sonno. 

Quando il bambino non è allattato, le mamme e i papà possono gestire tranquillamente il sonno del piccino in altri modi, alternandosi serenamente in questo compito. Il bambino si rilassa con la suzione, quindi si può offrire il biberon con il latte o addormentare il bambino con il ciuccio.

Se il neonato dorme solo in braccio non pensare che sia un vizio. Il contatto gli permette di sentire il battito del cuore, crea un senso di calma e tranquillità oltreché di profonda connessione con il proprio genitore. Addormentare il neonato in braccio, cullandolo dentro una fascia o cantando una ninna nanna per neonati, è un sistema che rassicura il piccolo e facilita il sonno del bambino.

La maggior parte dei bambini apprezza anche fare la ninna fuori casa e, solitamente, addormentare il neonato nella carrozzina o nel passeggino all’aria aperta è molto facile.

Sensore Attivato Dal Pianto Peluche Regali Neonat Gufo con Musiche e Rumore Bianco – Luce Neonato...
  • Ora con sensore attivato dal pianto e 20...
  • Sensore di pianto automatico - Si attiva...
  • Luce Notturna Soffusa Per Tranquillizzare Il...

Ultimo aggiornamento: 2022-11-23 / * Link di affiliazione / Immagine: Amazon Product Advertising API

Come aiutare il neonato a dormire: i segreti per addormentare il neonato

I metodi per far dormire i bambini sono numerosi e, nel tempo, è importante individuare tutti quelli più efficaci per il nostro bimbo. I sistemi più antichi del mondo per addormentare i neonati sono le ninne nanne, cullare amorevolmente il bambino o portarlo a spasso in passeggino.

Tuttavia, è possibile affidarsi anche ai metodi scientifici.

In un libro del dottor William Sears, ad esempio, si consiglia di lasciare che i bambini si addormentino nel letto insieme ai genitori, cosicché si possano abituare ai loro ritmi.

Il pediatra statunitense, fautore dell’attaccamento genitoriale e del cosleeping, sostiene che la presenza fisica delle mamme e dei papà e la loro vicinanza rassicura il neonato, il quale dovrebbe addormentarsi velocemente e serenamente.

Anche creare una routine fin dalla nascita, cadenzando gli eventi della giornata come dormire, mangiare, passeggiata, bagnetto e stabilire a che ora mettere a letto il neonato porta il bambino ad avere una maggiore regolarità. Se ogni giorno, al momento della buonanotte, accadono le stesse cose, il neonato riesce ad apprendere queste abitudini e anche a dormire bene.

Se il neonato o la neonata dorme solo in braccio, potresti aiutarti con il cuscino allattamento o con una fascia, prodotti che alleggeriscono il peso per i genitori e permettono di mettere nella posizione corretta la schiena del neonato.

Offerta
Fisher-Price Lontra Coccola & Relax - Succhietto con Movimento Respirazione - Luci e Suoni -...
  • Un peluche a forma di lontra, con il pancino...
  • Un amico da coccolare. Con il suo musino...
  • 11 scoperte sensoriali per stimolare la...

Ultimo aggiornamento: 2022-11-23 / * Link di affiliazione / Immagine: Amazon Product Advertising API

Qual è la posizione migliore per far dormire un neonato?

I neonati possono dormire a pancia in giù? Potrebbero rigurgitare? Riescono a girarsi da soli?

Le paure e i dubbi sulla corretta posizione per far dormire un neonato sono molti e assalgono ogni genitore nei primi mesi di vita.

Secondo le statistiche, la SIDS del neonato (sindrome della morte improvvisa del lattante, morte in culla o Sudden infant death syndrome ) colpisce lo 0,5% dei bambini in Italia nel primo anno, prevalentemente tra i primi 2- 4 mesi di vita, ossia circa 250/300 bambini ogni anno. 

Gli specialisti dell’Istituto Superiore della Sanità spiegano che, a pancia in su, è la posizione del neonato per dormire più corretta per prevenire la Sids. A differenza di quanto si creda, questo metodo non comporta un maggior rischio per chi ha il problema del rigurgito.

Se il bambino fa i capricci per dormire a pancia in su bisogna adottare dei piccoli accorgimenti come ad esempio farlo addormentare tra le braccia dei genitori e poi adagiarlo in modo delicato.

Neonato: cuscino sì o no?

Per avere un sonno sicuro è importante che il bambino dorma su una superficie piatta, con la schiena ben distesa, senza cuscini o materiali soffici e ingombranti (bisogna togliere tutto, compresi i giochini). Il cuscino per il neonato, quindi, è superfluo e potrebbe risultare pericoloso.

I neonati possono dormire sul cuscino da allattamento?

La risposta è no! La ciambella del neonato serve per allattare o per far giocare il bebè ma non deve assolutamente essere utilizzata nella routine per far dormire il bambino.

Ricorda anche di non coprire troppo il neonato per evitare che scivoli sotto le coperte durante la nanna.

Come addormentare un neonato

Perché il neonato non riesce ad addormentarsi?

Quando il neonato piange perché non riesce a dormire dobbiamo capire quale sia il metodo più adatto affinché il bambino si rilassassi e dorma serenamente.

Per prima cosa bisogna capire quale sia il motivo del pianto: fame, stanchezza, bisogni fisiologici, ricerca di attenzioni, malessere.

Molte volte il nostro neonato fatica ad addormentarsi pur essendo molto stanco. Di norma, nei primi mesi di vita, i bambini non raggiungono mai un sonno profondo ed è molto facile per loro svegliarsi frequentemente. 

Dormire ogni volta che si ha sonno per un un bimbo appena nato è fisiologico, un impulso naturale così come mangiare quando ha fame. Una poppata adeguata rende il bambino tranquillo per circa tre ore. 

Solitamente, il neonato nervoso non riesce a dormire e ad abbandonarsi al sonno, per cui è necessario creare una situazione di relax e di serenità in casa con l’obiettivo di metterlo a suo agio.

Per aiutarlo a comprendere la distinzione tra il giorno e la notte, bisognerà creargli una routine, realizzando un posto buio e silenzioso nelle ore notturne mentre, durante il giorno, non è consigliabile eliminare tutti i rumori e coprire ogni fonte di luce. 

Cosa fare se il neonato neonato non riesce a dormire 

Hai provato tutti i consigli ma il bambino non riesce proprio ad addormentarsi? 

L’obiettivo primario è creare per il nostro neonato una situazione di benessere e rilassamento perché potrebbe essere semplicemente molto stanco, affamato o lamentarsi a causa della noia. 

Evita giochi rumorosi o inutili nervosismi perché potrebbero infastidirlo ancora di più. Cerca di rassicurarlo, mantenendo un tono di voce calmo e pacato, con dei massaggi amorevoli o facendogli un bel bagnetto caldo.

Coccolarlo, confortarlo e tenerlo vicino possono bastare per infondere sicurezza e farlo finalmente sprofondare in un bel sonno rilassato.

Uno dei trucchi per far addormentare un neonato che mi hanno insegnato è quello di usare il phon, ovvero ricorrere ai rumori bianchi. Il suono del phon per il neonato, infatti, è molto simile ai rumori che sentiva nella placenta della mamma e può essere utile per calmarlo e conciliare il sonno. 

Dove far dormire un neonato

Un altro dubbio comune dopo il parto è dove far dormire un neonato i primi mesi: culletta, lettino con riduttore o carrozzina?  

Molti genitori, appena tornati a casa con il nuovo membro della famiglia, si interrogano e chiedono consigli su quale sia il posto giusto in cui far dormire il proprio piccolo. 

Il consiglio più frequente è quello di far dormire il neonato nei primi mesi di vita vicino alle mamme, nella camera dei genitori. Questa scelta ha diversi vantaggi: facilita le poppate notturne, permette un maggiore controllo sulle attività del bambino, trasmette serenità al piccolo e rafforza il legame con la mamma.

Ma si può far dormire il neonato nel lettone con mamma e papà fin dalla nascita?

Questa è un’alternativa che deve essere valutata dalle famiglie, considerando i pro e i contro, ma non è detto che funzioni. Se da un lato potrebbero esserci alcuni rischi per il piccolo e la mancanza di intimità per la coppia, dall’altro il cosleeping è comodo e permette alla madre che allatta di riposare di più. 

Nella carrozzina

Far dormire il nostro neonato nella carrozzina anche in casa, per la sua multifunzione e per la sua facilità nello spostamento, può essere una valida soluzione per le prime settimane.

La prima cosa da capire è se il piccolo sia a suo agio e in sicurezza. Ad esempio, se lo spazio è troppo grande e il neonato non vuole stare nella carrozzina, si può mettere la copertina in fondo ai piedi, in modo che il bebè possa toccarla e sentirsi sicuro.

Cullare il neonato tenendogli la manina e garantendo un contatto visivo sicuramente rassicurerà il vostro piccolo, così da non fargli percepire tutto il distacco e mantenere un collegamento importante con i propri genitori.

Offerta
LIONELO Amber Passeggino 3in1 Trio Passeggino con seduta secchiello + navicella + Ovetto per neonato...
  • LIONELO AMBER È IL PASSEGGINO...
  • REGOLAZIONE: Il passeggino Amber consente di...
  • SENSO DI SICUREZZA: Le cinture di sicurezza a...

Ultimo aggiornamento: 2022-11-23 / * Link di affiliazione / Immagine: Amazon Product Advertising API

Nella culla

Una culletta vicino, o attaccata al lettone, può essere una valida soluzione per avere il neonato vicino senza tenerlo nel letto. 

Come abituare il neonato a dormire nella culla?

Una culla non troppo ampia fa sentire il bambino protetto come se fosse nella pancia della mamma. Basta utilizzare tutti i supporti che lo rendano sia protetto che in sicurezza. Inoltre, non deve avere un materasso rigido e bisogna evitare ogni tipologia di cuscino almeno fino all’anno di vita, così come le coperte, per evitare il rischio di morte in culla.

Se ti stai chiedendo come mettere il neonato in culla dopo la poppata, non c’è una tecnica univoca. Prima di coricarlo è sufficiente che mantenga la posizione verticale per almeno 15 minuti per poi essere adagiato dolcemente di fianco o a pancia in su.

Offerta
Foppapedretti MyBebè Culla Co-Sleeping, Greige
  • Culla per bambini dalla nascita a 6 mesi...
  • Il fianco si apre per consentire l’utilizzo...
  • La struttura in alluminio è leggera e facile...

Ultimo aggiornamento: 2022-11-23 / * Link di affiliazione / Immagine: Amazon Product Advertising API

Nel lettino

Il contatto con il bambino al momento della buonanotte è fondamentale per la sua tranquillità.  

Per aiutare il piccolo ad addormentarsi nel lettino, il genitore può inizialmente entrare nel lettino e mettersi al suo fianco, coccolandolo, massaggiandolo e tenendogli la manina finché il bambino riesce pian piano a rilassarsi e prendere sonno.  La lettura di un buon libro è sempre un buon sistema per addormentare i bambini.

Cullare il piccolo con la carrozzina o tra le braccia e poi adagiarsi nel letto continuando con le coccole possono essere validi consigli.

Offerta
Hauck Lettino da Viaggio Dream N Play Plus - Culla Neonato fino a 15kg - Letto Pieghevole 60x120cm -...
  • COME A CASA: con questo lettino da campeggio...
  • PRATICO E COMPATTO: il lettino pieghevole è...
  • SEMPRE IN VISTA: il lettino neonato ha delle...

Ultimo aggiornamento: 2022-11-23 / * Link di affiliazione / Immagine: Amazon Product Advertising API

Come far dormire un neonato tutta la notte

Come abbiamo più volte menzionato nell’articolo, il contatto mamma-bambino è fondamentale nei primi mesi di vita del neonato per acquisire sicurezza e serenità, e soprattutto, un legame profondo con i propri genitori. 

Avere il piccolo vicino al lettone al momento della poppata è una delle abitudini che aiuta sia la mamma che il bambino ad addormentarsi con più facilità. Creare una routine quotidiana è il sistema per far comprendere ai neonati la differenza di un sonnellino giornaliero e un riposo notturno.

Domande frequenti su come addormentare un neonato

Come far addormentare un neonato senza seno?

Per addormentare un bambino senza seno, si può proporre il biberon con il latte o tenerlo a contatto con il genitore, cullandolo in braccio o con la fascia.

Cerca di ninnarlo in modo paziente ogni volta, sdraiandoti accanto a lui, massaggiandolo e coccolandolo. Ti consiglio di parlargli dolcemente e a voce bassa o canta la ninna nanna.

Come fare addormentare un neonato da solo?

Per far in modo che il bebè si rilassi e si addormenti da solo è importante seguire dei piccoli accorgimenti: non stimolarlo con richiami e attività prima di dormire, non condividere il letto con il piccolo, abbassare le luci ed utilizzare rumori bianchi.

Fondamentale è lasciare che i bambini si distendano da soli.

Se hai bisogno di altri consigli e informazioni sullo sviluppo di tuo figlio, continua a seguire il mio blog. In ogni sezione troverai post appositi in cui ti spiego come sopravvivere all’ inizio della nuova vita alle prese con tuo figlio e come prenderti cura di lui al meglio.