Come arredare un bagno a prova di bambino

Come arredare un bagno a prova di bambino

L’arrivo di un bambino in casa è fonte di gioia, ma anche di preoccupazioni: sebbene la casa venga considerato un luogo sicuro, in realtà presenta insidie e rischi per i bambini, ed è dovere dei genitori trasformare l’ambiente per farlo diventare su misura per loro, così da accoglierli a tutti gli effetti tra le mura domestiche.

Tra le stanze più pericolose per i bambini c’è il bagno, nel quale si verificano la gran parte degli incidenti domestici, da organizzare in maniera efficiente per renderlo sicuro,  rasserenando così il clima in casa.

Cadute, scivolamenti, ustioni, annegamento…sono solo alcune delle minacce che si nascondono nella zona bagno. Illustreremo di seguito dei consigli su come preparare un bagno comodo a prova di bambino


Bagno per i bambini: alcuni punti da rispettare

Gli infanti sono curiosi per natura, pertanto la sicurezza va messa al primo posto quando si pensa a come progettare la stanza e si vuole vivere senza troppe preoccupazioni.

Acquistare blocca ante, salvadita per porte o paraspigoli per gli angoli più spigolosi può sembrare un piccolo passo, ma sarà già sufficiente a rimuovere una buona fetta di pericoli.

Le chiusure di sicurezza sono funzionali a evitare il raggiungimento di detersivi, medicinali o altri oggetti nocivi da parte dei più piccoli.  

Perché è importante far diventare il bagno funzionale?

Per accrescere l’autonomia del bambino nel soddisfare i suoi bisogni quotidiani. Un esempio sono i riduttori WC, che facilitano l’appoggio sul sanitario e lo rendono più confortevole, evitando che il piccolo rischi di scivolarvi dentro. 

A proposito di comodità, una sdraietta per il bagno o una vaschetta per la doccia si rivelano opzioni idonee a semplificare il momento del lavaggio, così come avere a portata di bambino ganci e appendiabiti li aiuta a raggiungere ciò di cui hanno bisogno con facilità. 


Sanitari e doccia: gli interventi da effettuare

Quando si è bambini, ogni luogo viene visto come un potenziale spazio in cui divertirsi, giocare, saltare senza freni. Se loro sono incuranti dei rischi, dovete essere voi a occuparvene, scegliendo elementi d’arredo robusti che non si rompano qualora i piccoli li urtino accidentalmente, e senza spigoli appuntiti.

Sia il lavabo che il wc possono essere dotati di sgabelli per agevolarne l’utilizzo, aiutando così i piccoli ad aprire e chiudere il rubinetto, servirsi di detergenti e saponi, lavarsi i denti e, per quanto riguarda il secondo oggetto citato, adottare una postura più comoda.

Un altro problema del gabinetto è che la tavoletta può essere sollevata, con il rischio per il bambino di sporgersi e caderci dentro o di schiacciarsi le dita. Esistono appositi blocchi per il coperchio che evitano il verificarsi di questi gesti. 

Il momento del bagnetto è quello più atteso, o più insperato a seconda del temperamento degli infanti, ma qualunque sia lo stato d’animo con cui viene affrontato è bene scegliere una vasca da bagno in acrilico, igienico e antiscivolo.

Spesso anche per i piatti doccia viene usato questo materiale, che a differenza di altri permette una realizzazione a filo pavimento, eliminando eventuali dislivelli, e conseguentemente il rischio di caduta per via della mancanza di gradini o scalini.

Nella doccia o nella vasca, per rendere più piacevole il lavaggio, è possibile sostituire il soffione con uno colorato a forma di animale.

Il box doccia può essere completato con un vetro temperato, che rompendosi non genera scaglie taglienti e appuntite, ma si sbriciola in modo tale che non risulti pericoloso per il bambino perché è costituito da due lastre accoppiate da un film adesivo. 


Acqua calda e superfici scivolose: prevenire i rischi

Un altro elemento a cui prestare attenzione per la sicurezza dei bambini è il miscelatore: ne esistono di termostatici per mantenere inalterata la temperatura dell’acqua una volta impostata, senza che possa essere condotta a livelli superiori. 

Grazie al loro intervento si limita il pericolo di ustione per gli infanti, proteggendo la loro pelle sensibile. Per variare la temperatura dovrà essere necessariamente premuto un pulsante o bisognerà agire su uno specifico meccanismo.

Nel momento in cui si interrompe l’erogazione del getto per insaponare e la si riavvia, la temperatura rimane invariata, scongiurando il rischio di sbalzi termici duranti gli apri/chiudi.

Giocando a spruzzare l’acqua in giro, la caduta provocata da un’area scivolosa diventa un’opzione tutt’altro che remota, pertanto è bene munirsi di rivestimenti antiscivolo sulle superfici di vasca e doccia, come tappetini o stickers, da posizionare anche sul pavimento esterno per una maggiore sicurezza in fase di uscita, che oltre a rasserenare rendono l’ambiente colorato e divertente. 

Ora che avete le idee più chiare su come allestire il vostro bagno a prova di bambino, negli showroom di Sorelle Chiesa potrete trovare i più grandi marchi di arredo bagno, che sapranno offrirvi le soluzioni migliori per voi e per i vostri piccoli, capaci di rendervi la vita più semplice e lasciando maggiore autonomia ai bimbi.  


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Post recenti