Come dividere i capi in lavatrice?


come dividere i capi in lavatrice

Nella gestione familiare delle faccende domestiche, la lavatrice occupa sicuramente un posto di primo piano.

Ci sono delle cose a cui fare attenzione per riuscire ad ottenere ottimi risultati con la lavatrice, alcune delle quali possono apparire scontate, ma che se ci troviamo per la prima volta a vivere da soli o magari non abbiamo mai avuto una formazione specifica sul funzionamento di una lavatrice, non sono poi così scontate.

Una di queste è sicuramente la suddivisione dei capi prima di avviare un lavaggio.

Tendenzialmente infatti all’interno di una lavatrice non possono essere posizionati capi di ogni tipo, ma occorre fare una decisa suddivisione dei capi iniziale.

E’ vero che al giorno d’oggi è possibile evitare la suddivisione, come abbiamo già avuto modo di vedere nella nostra guida su come lavare capi bianchi e colorati insiemeOpens in a new tab., ma questo processo causa dei costi aggiuntivi e talvolta è proprio meglio evitarlo.

In questa guida cercheremo dunque di comprendere come è possibile preparare i vari capi al lavaggio al fine di cercare di ottenere il massimo risultato dal ciclo di lavaggio.


Separare i capi colorati dai bianchi

Il primo lavoro che occorre fare prima di avviare la lavatrice, è quello di suddividere i capi in base al colore.

I capi bianchi e colorati hanno infatti esigenze diverse, temperature di lavaggio differenti e diverse modalità di lavaggio.

La separazione tra bianco e colorato è quindi il primo passo da seguire.

Il rischio che si corre nel non seguire questa prima regola è quello di vedere il colore dei nostri capi bianchi molto ingrigito e poco lucente, come già abbiamo evidenziato nel nostro approfondimento su come ottenere un bucato bianchissimoOpens in a new tab..

Il lavoro iniziale non è dunque molto complicato: basta mettere i colorati da una parte e bianchi dall’altra e il gioco è fatto!


Dividere i capi in base al tessuto

Il secondo passaggio è quello di dividere i capi in base alla tipologia di tessuto che li compone.

Tutti avrete notato come le diverse lavatrici in commercio, posseggono diversi cicli di lavaggio, divisi sulla base del diverso tipo di tessuto.

In ogni lavatrice troverete ad esempio diversi cicli di lavaggio dedicati al cotone, altri per i tessuti sintetici, altri per i tessuti delicati come la lana.

Questo avviene perché ogni tipo di tessuto ha esigenze di lavaggio differenti.


Il lavaggio del cotone

Il cotone è forse il più comune dei tessuti, usato per realizzare abbigliamento, ma soprattutto asciugamani e lenzuola.

Il motivo del successo del cotone è che a contatto sulla pelle, è sempre molto delicato e piacevole al tatto.

Si tratta di un tessuto che può essere lavato ad alte temperature ed è molto resistente ai lavaggi.

Tra i lati negativi di questo tessuto vi è sicuramente il fatto che ai primi lavaggi tende un poco a restringere (solitamente al massimo del 4% dell’intera dimensione del capo) e che spesso può uscire dal ciclo di lavaggio abbastanza stropicciato, al punto che necessiti di essere stirato col ferro da stiro.

Un aiuto in questi casi può essere quello di possedere una lavatrice in grado di asciugare i capi senza stropicciarliOpens in a new tab., il che può evitarci il successivo utilizzo del ferro da stiro.

Nella tabella che segue abbiamo riassunto i principali cicli di lavaggio da utilizzare con i capi in cotone.

Tipo di capoLavaggioTemperatura
Asciugamani bianchi poco sporchiCotone40° C
Asciugamani bianchi sporchiCotone60° C
Asciugamani coloratiCotone40° C
Lenzuola biancheCotone60° C
Lenzuola colorateCotone40° C
Abbigliamento Cotone40° C

Posso lavare asciugamani e lenzuola insieme?

Capiterà spesso che non riuscirete a riempire completamente il cestello di capi, poiché magari ne avete pochi da lavare in quel preciso momento.

La domanda che vi balenerà nella mente sarà quindi quella di riuscire a lavare capi differenti insieme.

Un esempio classico è quello degli asciugamani e delle lenzuola, che possono tranquillamente essere lavati insieme.

Fate solo attenzione che il colore dei due capi sia il medesimo: potrete ovvero lavare lenzuola bianche insieme ad asciugamani bianchi e lenzuola colorate insieme a lenzuola bianche.

Per scoprire a quale temperatura sia meglio lavare le lenzuola, puoi invece leggere il nostro approfondimento sul tema, che trovi quiOpens in a new tab..


Il lavaggio dei capi sintetici

I capi sintetici, realizzati dunque in tessuti quali poliestere, elastan o microfibra, invece non possono tendenzialmente essere lavati ad alte temperature.

Il motivo è che questa tipologia di tessuto potrebbe rovinarsi a temperature troppo alte.

Le moderne lavatrici, come quelle in classe A+++, Opens in a new tab.posseggono di solito cicli di lavaggio specifici per i capi sintetici, che sfruttano temperature di lavaggio abbastanza basse.

Se la tua lavatrice non dovesse possederne uno specifico per questo tipo di capi, potrai utilizzare un ciclo per capi delicati con una temperatura di lavaggio di 30° C o al massimo di 40°.


Il lavaggio dei capi sportivi

Anche per i capi sportivi, le moderne lavatrici posseggono dei programmi specifici e specialmente concepiti per questa tipologia di capi.

Occorre dire che i capi sportivi sono in genere realizzati in tessuti sintetici. Se dunque la vostra lavatrice non possiede un ciclo specifico, potrete usare semplicemente un ciclo di lavaggio per capi delicati, che lavi a basse temperature, meglio sempre ai 30° C.


Il lavaggio di tovaglie e tovaglioli

Anche per le tovaglie e i tovaglioli occorre un discorso specifico, perché anche in questo caso è da preferire un lavaggio separato dal resto del bucato.

Tendenzialmente potreste lavare le tovaglie anche con gli asciugamani, ma solo se queste non sono molto sporche.

In caso di macchie ostinate o difficili da eliminare è sempre meglio prediligere un lavaggio separato.

Essendo poi le tovaglie realizzate solitamente in cotone, potrete optare per un lavaggio a 40 o 60° C, in base al loro colore e alla intensità dello sporco presente nel tessuto.


E per i capi neri?

Facciamo ora attenzione, perché quando parlo di colorati, vanno esclusi i capi di colore nero.

Il nero è infatti un colore particolare che necessita di particolare attenzione e che soprattutto ha bisogno di un ciclo di lavaggio separato da tutto il resto.

I capi neri infatti tendono a perdere colore durante il lavaggio e dunque a rovinare tutto ciò che vi viene lavato insieme.

Allo stesso tempo il bel colore nero di una T-shirt potrebbe rovinarsi irrimediabilmente se lavato con capi di diverso colore.

L’attenzione verso i capi di colore nero è evidente anche se si guarda al mondo dei detersivi, visto che esistono prodotti specialmente concepiti per i capi di questo colore, che consigliamo di utilizzare, specie se il nero è un colore molto presente all’interno del vostro armadio.

Si veda a titolo di puro esempio la versione di detersivo che vi proponiamo qui di seguito.

12 x SOLE Mano&Lavatrice Liquido Lana Capi Scuri 16 Lavaggi 1000 ML
  • 12 confezioni di SOLE Mano&Lavatrice Liquido Lana Capi Scuri 16 Lavaggi 1000 ML

Per i capi di colore scuro vale poi l’indicazione di usare sempre lavaggi di tipo delicato e con temperature basse, meglio ai 30° C.


Indicazioni per il lavaggio di colorati

Una volta separati i capi per colore e per tipologia di tessuto, basta avviare la lavatrice e non pensare più a nulla.

Per i capi colorati occorre sempre un pizzico di attenzione in più e, se siete delle persone molto attente ed esigenti in fatto di bucato, potreste pensare all’acquisto di un detersivo specifico per colorati, come la versione he trovate di seguito, che aiuti ad ottenere migliori risultati di lavaggio.

Bio Presto Liquido Color Detersivo Lavatrice per Capi Colorati, 6 x 19 Lavaggi Opens in a new tab.
  • Bio presto è il detersivo liquido per lavatrice che rimuove efficamente le macchie dai tuoi capi!
  • Grazie alla sua nuova formula potenziata, bio presto detersivo liquido per lavatrice si prende cura del tuo bucato...
  • Versione color, ideale per i capi colorati, preserva l'intensità dei colori del tuo bucato
  • Bio presto, il detersivo prodotto in italia, è da sempre un alleato delle famiglie italiane nel bucato di tutti i...
  • Confezione risparmio multipacco da 6 flaconi di detersivo lavatrice

Per il resto occorre poi tenere sempre a mente che i colorati non vanno mai lavati ad alte temperature. Il nostro consiglio è quello di prediligere una temperatura di 40° C, di modo da riuscire ad ottenere un minimo di igienizzazione del capo, senza compromettere la brillantezza del suo colore.


Potrebbe anche interessarti:

Ultimo aggiornamento 2020-11-26 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Recent Content

© 2020 Copyright Casa e Bimbi