Come prepararsi alla gravidanza?


come prepararsi alla gravidanza

Mettere al mondo un bambino è certamente l’evento più importante e gratificante di una vita intera per qualsiasi persona.

L’impulso che guida le persone a decidere di mettere al mondo un bambino è un istinto innato e primitivo nell’uomo, così come in tutte le specie animali.

Un impulso che permette la continuità della vita sulla terra e che spesso è forte quanto quello di respirare o nutrirsi.

Quando in una coppia si prende la decisione di diventare genitori è sicuramente un momento importante e vissuto con grande emozione da entrambi, ma è anche un momento durante il quale i dubbi si attanagliano e ci si ritrova spesso pieni di interrogativi.

Se invece il figlio arriva in maniera inaspettata, ci vorrà certamente un pop di tempo per abituarsi all’idea che presto si sarà genitori.

A prescindere dal fatto che la gravidanza sia stata pianificata o vi è per così dire piovuta addosso inaspettatamente, il periodo che i genitori dovranno affrontare è un tempo durante il quale la vita si stravolgerà, prima con i 9 mesi di gravidanza e poi con la nascita del bambino.

Diventare genitori è infatti una grande avventura, dove le emozioni e le paure abbondano, ma sarà un’esperienza che sarà di sicuro in grado di gratificarvi su numerosi fronti.


La preparazione e pianificazione della gravidanza

Una volta presa la decisione di voler concepire un bambino, la prima cosa da fare dovrebbe proprio essere quella di sottoporsi ad una visita medica di coppia.

Durante questa visita viene generalmente accertato lo stato di salute dei due futuri genitori, approfondita la situazione della fertilità di coppia e svelati alcuni dubbi legati al concepimento.

Ci si informa inoltre su quali saranno le successive visite da effettuare in gravidanza e soprattutto sul quando fare la prima visita dal ginecologo in gravidanzaOpens in a new tab..

In questa fase sarebbe anche meglio che iniziaste a pensare a voi stesse. Vi occorrerà sicuramente un cuscino per riuscire a dormire meglio col pancione e alcune creme specifiche per la prevenzione delle smagliatureOpens in a new tab..

come preparasi alla gravidanza

In questa occasione sarebbe anche una buona idea farsi prescrivere un rubeo test per la verifica dell’immunità alla rosolia, malattia che è molto lieve sulle persone adulte, ma può avere effetti molto gravi sul feto.

Nel caso non si fosse immuni è possibile vaccinarsi, ma a quel punto sarà necessario attendere 3 mesi prima di dare avvio ad una gravidanza.

Bisogna essere sinceri e ammettere che tante coppie non effettuano proprio questa visita medica, né la visita è una garanzia di immediato concepimento o di una gravidanza serena.

Questa visita però è un’ottima prassi, nonché un modo perfetto per iniziare una gravidanza, attenta alla salute dei futuri genitori e anche a quella del bambino.


Curare stato di salute fisica

Il primo passo da seguire quando si ha intenzione di rimanere incinta è sicuramente quello di iniziare a curare con attenzione l’alimentazione, che ha ovviamente un grosso effetto sul generale stato di salute della futura mamma e del futuro papà.

Un’alimentazione curata, ricca di alimenti freschi e scarsa di grassi o alimenti ricchi di sostanze chimiche, agevola infatti le possibilità di innescare un concepimento.

Un’alimentazione varia e attenta assicura infatti un apporto di sostanze nutritive non solo alla mamma, ma anche al bambino, specie nelle sue prime 10 settimane di vita, che sono quelle più delicate dell’intera gravidanza.

In questa fase andrebbe anche evitata una dieta dimagrante rigida, per non alterare eccessivamente l’equilibrio della mamma, salvo ovviamente i casi in cui sia un medico a prescriverla, come necessità propedeutica alla gravidanza.

Ciò che invece andrebbe intrapreso è un’attività sportiva regolare, anche semplice, come la pratica dello yoga o semplicemente lunghe passeggiate, che fanno bene al corpo e alla mente.

Nel caso di assumessero anti-concezionali, è consigliabile sospenderne l’utilizzo 3 mesi prima di iniziare a provare a concepire, di modo che l’organismo abbia il tempo di riprendere i suoi ritmi naturali.

Bisogna infine iniziare con l’assunzione di acido folico, una vitamina importantissima per la prevenzione di possibili malformazioni del feto, che andrebbe assunta già 3 mesi prima dell’inizio della gravidanza.


Potrebbe anche interessarti:


Curare la salute psichica

Oltre al corpo, anche la mente necessita sempre di grande attenzione. Spesso non esistono infatti alcune barriere fisiche al concepimento di un bambino, ma sono stress e mente sotto pressione ad impedire che si riesca veramente a concepire.

Non a caso, se fate attenzione, tante nascite si verificano intorno a Maggio / Giugno, indicando che il concepimento sia avvenuto ad Agosto, classico mese di ferie.

In questa fase iniziale del percorso che porta a diventare genitori è necessario che sia la mamma che il papà si sentano pronti ad affrontare un percorso intenso e non privo di ostacoli.

Avere un figlio comporta modificazioni anche al rapporto col partner e con il resto della famiglia. Richiede quindi una predisposizione ad accogliere il cambiamento e affrontare al meglio tutti i sentimento che la nascita di un figlio può contribuire a generare.

Per questo motivo, curare il lato emotivo legato alla gravidanza ha un’importanza fondamentale.

In questa fase sarà anche molto importante informarsi bene su ciò che ci aspetta in futuro e capire come prepararsi al meglio al partoOpens in a new tab., poiché tutto ciò comporta sicuramente dei benefici in termini di psiche che si abitua a “ragionare” con gli occhi di una futura mamma.

Se pensate che alcuni problemi non risolvibili con l’aiuto dei familiari più cari, possano ostacolare il vostro percorso, non abbiate paura e prendeteli subito in mano, facendovi aiutare da un medico specialista.

Io stessa non nego di averne usato i servizi più di una volta e il suo contributo è stato per me fondamentale.


Pensare anche alle questioni pratiche

L’arrivo di un bambino comporta delle variazioni anche pratiche all’interno della vostra routine quotidiana e sarà necessario pensarci un pochino per riuscire a trovare una soluzione ideale alla vostra nuova condizione di genitori.

Come prima cosa ci saranno delle variazioni dal punto di vista economico. Preparasi alla nascita prevede infatti una spesa dal punto di vista economico abbastanza impegnativa.

Pensate all’acquisto del passeggino, dei vestitini, dei biberon, del fasciatoio e magari della cameretta per il bimbo.

Una volta nato poi ci sarà da pensare ai pannolini, alle creme per il sederino arrossato, ad altri vestitini e così via.

E’ vero che lo stato aiuta economicamente la famiglia in questa situazione con assegni familiari e altri contributi versati dall’INPS, ma dovrete anche pensare che almeno uno dei due genitori si ritroverà a lavorare di meno e avere una retribuzione molto inferiore.

In questo caso il consiglio è quello di informarsi bene sulle attuali condizioni offerte dallo stato, ma anche dalle regioni o province della vostra zona, poiché potrebbero offrire condizioni migliori o aggiuntive rispetto a quelle statali.

Occorre infine poi pensare se la casa dove viviamo sarà in grado di ospitare il nuovo arrivato.

Nel caso sia troppo piccola, allora è veramente arrivato il momento di pensare a trasferirsi in una casa nuova.

Nella scelta della nuova abitazione va anche fatta con cura. Pensate al quartiere e alla distanza che vi separa dai genitori (vi saranno di grande aiuto dopo la nascita).

Verificate poi che in zona siano presenti parchi gioco, asili nido e scuole materne.


Potrebbe anche interessarti:

Recent Content

© 2020 Copyright Casa e Bimbi