I 5 migliori tricicli per bambini da 1 a 3 anni

i 5 migliori tricicli per bambini da 1 a 3 anni

Nella vita con un bambino, arriva sempre il momento in cui, guardando a tuo figlio, ti rendi conto che il bambino è cresciuto parecchio e che non è più un neonato.

Passando dalla fase in cui il piccolo riesce a stare su con la schiena, per poi stare seduto in autonomia, si arriva intorno all’anno di età, in quella fase in cui il bambino potrebbe già camminare da solo o comunque potrebbe aver ottenuto quella indipendenza nei movimenti che sembrava tardasse ad arrivare.

Anche a me è capitata la stessa cosa, quando vidi per la prima volta, mentre lavoravo, una bimba di 10 mesi a bordo di un triciclo.

Dopo aver pensato che forse il triciclo era un poco prematuro, mi sono messo a pensare al mio piccolo Martin, accorgendomi che oramai il bimbo era diventato grande ed era giusto che anche lui ottenesse il suo primo triciclo.

Ecco allora che per il suo primo compleanno mi sono messo alla ricerca di un triciclo adatto alla sua età, scoprendo che esistono dei modelli di tricicli che ben si prestano anche ai bambini più piccoli.

Sono tricicli che possono essere trasformati seguendo il passo dello sviluppo del bambino, capaci di accompagnare il bambino dal primo anno sino ai 3 anni di età.

Dopo questa età infatti di solito si passa alle prime biciclette. Se hai ancora dei dubbi se sia giunto o meno il momento di acquistare il primo triciclo, ti consiglio di leggere la nostra guida “quando il primo triciclo?”, mentre se hai già preso questa decisione, puoi proseguire la lettura nel nostro viaggio alla scoperta dei 5 migliori tricicli per bambini da 1 a 3 anni.


La top 5 dei migliori tricicli per bambini da 1 a 3 anni

Quando ho deciso di acquistare il primo triciclo per Martin, ho speso molto tempo a ricercare quale potesse essere il modello migliore.

Il motivo era semplice: volevo si un triciclo bello e funzionale, ma che offrisse al piccolo anche la necessaria sicurezza durante l’uso.

Il mio incubo era infatti che il bambino potesse farsi male, perché ancora piccolo e un poco instabile.

Alla fine la mia scelta si è rivelata vincente e il modello acquistato, ha soddisfatto pienamente le mie esigenze e quelle di Martin nel corso del nostro articolo vi svelerò quale modello ho deciso di scegliere.


#1 Triciclo per bambini Kinderkraft

No products found.

Il primo modello di triciclo che vi propongo è, a mio avviso, uno dei migliori tricicli per bambini disponibili sul mercato ed è poi il modello che io stesso ho deciso di acquistare per Martin.

Il triciclo Kinderkraft rappresenta infatti per me il giusto equilibrio tra costo e beneficio, nel senso che la gamma di optional offerti e il prezzo di vendita mi paiono congrui e giusti.

Kinderkraft poi è un marchio che per me rappresenta una vera garanzia. Si tratta di una ditta famosissima nel mondo germanico, ma che ha trovato i suoi spazi anche in Italia.

Il modello Aston che ci viene proposto è un triciclo in grado di accompagnare il bambino nel corso della sua crescita e sono molti coloro che ne sono rimasti entusiasti, anche con bambini molto piccoli (si veda ad esempio questa recensione).

Si parte infatti dalla versione maggiormente equipaggiata, utilizzabile dai 9 mesi del bambino, sino alla versione più scarna e priva di tanti optional per il momento nel quale il bambino sarà grande e non avrà più bisogno di tanti accorgimenti.

La sua seduta è girevole a 360°, di modo che il bambino possa essere posizionato anche “fronte mamma” (o papà), funzione molto utile quando il bambino è ancora piccolo.

I pedali del triciclo possono anche essere disattivati, di modo che il bambino possa pedalare senza causare il movimento del triciclo e possa dunque in questo modo apprendere quale sia il funzionamento del mezzo.

Dotato di cintura di sicurezza regolabile a 5 punti, di una barra di sicurezza con apertura centrale e di ottimi freni, Aston è anche una soluzione sicurissima per il bambino.

Il maniglione posteriore consente invece al genitore di manovrare il triciclo a proprio piacimento in maniera discreta.

Aston è anche dotato di una comoda capottina pieghevole, con un inserto in rete, che permette di tenere il bambino sempre sotto controllo, proteggendo allo stesso tempo il piccolo sia dal sole che dalle intemperie.

Completano il quadro di questo bellissimo modello la presenza di un supporto porta-bicchiere, un ampio vano porta-oggetti posteriore e una tasca porta-tutto in tessuto con chiusura a zip.

No products found.


#2 Triciclo per bambini Fisher Price

triciclo

Al secondo posto della nostra classifica, troviamo un altro modello di triciclo per bambini che ha catturato la mia attenzione e sul quale sono stato molto combattuto sull’acquisto.

Si tratta di un modello della Fisher Price, altro produttore famoso nel mondo dei prodotti per bambini, che ci propone il triciclo più costoso tra quelli che abbiamo scelto.

Si tratta forse di un modello più semplice del precedente, che prevede 3 principali fasi di utilizzo:

  • La prima, quando il bambino è piccolo, che prevede l’uso del maniglione, di un riduttore e delle cinghie di sicurezza;
  • La seconda, quando il bambino cresce, dove è possibile eliminare il riduttore e le cinghie, mantenendo solo maniglione;
  • La terza, quando il bambino è autonomo e può girare in completa autonomia.

Utilizzabile dai 10 ai 36 mesi, il modello è dotato di un sistema antiribaltamento e di una capottina piatta, dunque non tanto utile in caso di pioggia.

Possiede infine un comodo vano porta-oggetti posteriore e una tasca porta-tutto sul maniglione.

Offerta
Fisher-Price FP1570533 - Triciclo Royal, Rosso
  • Royal è il triciclo 3 in 1 di Fisher Price...
  • Dotato di sistema antiribaltamento,...
  • Dotato di tendina parasole e manico...

Ultimo aggiornamento 2021-10-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


#3 Triciclo per bambini Besrey

triciclo

Al terzo posto, troviamo un altro triciclo che ha avuto tantissimo successo ed è stato scelto da molte persone anche in Italia, che posiziono solo al terzo posto, poiché il marchio non è tanto conosciuto.

Si tratta tuttavia di un modello completo, che vale i soldi spesi, basta guardare le recensioni positive rilasciate da coloro che hanno deciso di acquistare il prodotto.

Pare infatti che a questo triciclo non manchi proprio nulla:

  • Ruote in gomma silenziose e adatte a qualsiasi terreno, neve compresa;
  • Seduta girevole per posizionare il bambino sia fronte mamma che fronte strada;
  • Schienale regolabile;
  • Grande capottina regolabile che protegge al meglio contro raggi UV e intemperie;
  • Maniglione e cinghie di sicurezza rimovibili;
  • Doppi freni posteriori;
  • Vano porta-oggetti con coperchio.

Insomma, mi pare non servano tante parole per spiegare il motivo del successo di uno dei modelli di triciclo più completi presenti in commercio.

besrey Triciclo Bambini 1 anno 7 in 1 Passeggino Bicicletta con Parasole Maniglia Genitore...
  • Triciclo 7 in 1: cresce con i tuoi bambini e...
  • Sedile girevole a 360° - Il sedile...
  • Troppo piccolo per pedalare? Blocca i pedali...

Ultimo aggiornamento 2021-10-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


#4 Triciclo per bambini Lionelo

triciclo

E’ arrivato il quarto posto della nostra classifica e troviamo qui il triciclo Lionelo, che a mio avviso merita di essere preso in considerazione.

Si tratta di un altro modello in grado di accompagnare il bambino nel corso del suo sviluppo: basterà eliminare alcuni accessori e il triciclo si trasforma nel mezzo perfetto per il bambino in ogni fase della sua crescita e sino ai 3 anni di vita.

Dotato di un’ampia capottina, a bordo il bambino sarà sempre protetto al meglio sia dai raggi del sole che dalla pioggia che dovesse sorprendervi.

Attaccata al maniglione regolabile in altezza, troverete una comoda borsa porta-tutto, che consente di riporre tutti gli oggetti del bambino.

Qualora lo spazio non fosse sufficiente, è possibile sfruttare anche il comodo vano porta-oggetti posteriore.

La seduta è girevole a 360°, dunque sarà possibile posizionare il bambino sia fronte strada che fronte mamma (o papà). Ottime anche le ruote, belle ampie e dotate di battistrada che consentono al triciclo di percorrere qualsiasi percorso, anche impervio.

Dotato di cinture e barra di sicurezza, il triciclo Lionelo è il luogo perfetto dove il bambino potrà divertirsi senza correre alcun pericolo. Molto buono anche il prezzo a cui viene proposto.

lionelo Haari 2 in 1 Triciclo Bambini e Passeggino Fronte Mamma e Fronte Strada regorabile Compatto...
  • Cresce con te. Triciclo da passeggio con...
  • Ruote in gomma impenetrabili con battistrada....
  • Comfort soprattutto. La capottina fornisce al...

Ultimo aggiornamento 2021-10-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


#5 Triciclo per bambini Homcom

triciclo

L’ultimo modello di triciclo che vogliamo proporvi è un po’ diverso dai modelli precedenti e particolarmente indicato per i bambini di età più piccola.

Il triciclo Homcom ha uno splendido design a forma di moto con un colore azzurro acceso che non potrà che piacere ai vostri bambini.

E’ dotato di un tettuccio parasole di piccole dimensioni, una pedana poggiapiedi e un comodo bauletto posteriore, dove riporre i giocattoli.

Manovrabile grazie alla barra posteriore, possiede dei pedali sulla ruota anteriore, specchietti retrovisori, cinture e barra di sicurezza e ruote di plastica.

Si tratta di uno dei modelli più economici disponibili all’acquisto.

homcom Triciclo con Maniglione a Forma di Moto per Bambini 18-72 Mesi (25kg) con Tettuccio...
  • ALLA MODA: Questo triciclo passeggino ha la...
  • CON ACCESSORI: Include un tettuccio parasole...
  • DIVERTENTE: Con i pedali, il volante, le luci...

Ultimo aggiornamento 2021-10-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


Domande frequenti sui tricicli per bambini

Abbiamo quindi terminato la nostra analisi dei migliori tricicli per bambini da 1 a 3 anni. Adesso vorrei inoltrarmi ulteriormente nell’argomento, cercando di dare una risposta alle domande che più di frequente tormentano la mente dei genitori che riflettono sull’acquisto di un triciclo.

Per quanto possa sembrare semplice, infatti, l’acquisto di un triciclo è un passo importante, che occorre fare con attenzione, specie se il bambino è ancora piccolo.

Vi ho raccontato infatti che tempo fa vidi addirittura una bimba di 10 mesi a bordo di un triciclo, ciò significa che anche in una fascia di età abbastanza precoce sia possibile un suo utilizzo.

Ciò che però svolge un ruolo fondamentale è proprio la scelta di un modello di triciclo che non lasci spazio alle possibili paure dei genitori.

Vediamo adesso insieme alcune risposte alle domande principali.


Quando il primo triciclo?

La prima domanda che assilla la mente dei genitori è sicuramente il cercare di comprendere quando effettivamente sia arrivato il momento di acquistare un triciclo.

La risposta non è affatto scontata, anzi oserei dire che non esiste una risposta che possa andare bene per qualsiasi bambino.

Io sono un sostenitore della teoria che afferma che sia il bambino a comunicare con il suo comportamento quando sia giunto il momento giusto.

E’ infatti il bambino, con la sua sicurezza nei movimenti e la sua stabilità a dirvi di essere pronto a salire a bordo di un triciclo e per quanto si possano fare delle ipotesi generali, è possibile che queste non vadano tanto d’accordo con il livello di sviluppo raggiunto dal vostro piccolo.

Vi faccio il mio esempio personale. All’età di quasi 12 mesi, Martin ha raggiunto uno sviluppo che lo rende sicuro nei movimenti più semplici.

E’ capace di stare seduto senza ribaltarsi, si rigira su se stesso sul letto, impugna il cucchiaio, prendendo il cibo e portandolo alla bocca, giusto per fare qualche esempio.

Certo Martin non cammina ancora in autonomia, ma avrebbe voglia di farlo e ama quando qualcuno lo sostiene mentre muove i primi passi.

La sua è forse pigrizia o più semplicemente non è ancora giunto il momento di camminare da soli, senza troppi pensieri a riguardo.

Quel momento arriverà quando il bambino si sentirà pronto, ma nel frattempo, la sua sicurezza mi ha convinto che il triciclo potesse fare per lui, come poi effettivamente è stato.

Vi invito quindi a valutare autonomamente il livello di sviluppo motorio raggiunto del piccolo e, qualora prendeste la decisione sbagliata e l’acquisto fosse prematuro, ricordate che forse basterà aspettare un mese o forse due perché il momento poi arrivi.

Il tema è comunque decisamente importante, al punto che abbiamo deciso di dedicargli un approfondimento nella nostra guida “quando il primo triciclo?”, che volendo potete consultare.


Quanto può costare un triciclo?

Il prezzo di un triciclo può ovviamente variare in funzione delle seguenti variabili:

  • Funzionalità presenti;
  • Adeguatezza ai bimbi più piccoli (i modelli adatti ai bambini di 1 anno ad esempio costano di più perché hanno più optional anche di sicurezza);
  • Qualità dei materiali;
  • Prestigio del marchio.

Diciamo che generalmente il costo medio di un triciclo per bambini si aggira intorno ai 100€, dove i modelli più cari possono arrivare ai 130€ e quelli più economici ai 70€.

Io personalmente ho scelto di spendere un prezzo che stesse nella media esatta, dunque poco meno di 100€, prediligendo un marchio noto, senza spendere eccessivamente a parità di prodotto.


Quando il bambino inizia a pedalare sul triciclo?

I modelli di triciclo che vi abbiamo proposto nelle righe precedenti sono modelli dotati di pedali, ma studiati anche per i bambini molto piccoli.

Ad un anno (l’età media in cui un bambino potrebbe iniziare ad andare sul triciclo) i bambini infatti non pedalano e questi modelli posseggono dei comodi poggiapiedi, dove il bambino possa appunto riporre i piedi.

La pedalata arriverà parecchio dopo nel tempo. Nella migliore delle ipotesi il bambino dovrebbe iniziare a pedalare intorno ai 24 mesi, ma ci sono bambini che impiegano sino a 30 mesi per imparare ad usare i pedali.

Qui potete trovare maggiori informazioni a riguardo.


Perché acquistare un triciclo?

Il motivo che può spingere un genitore a decidere di acquistare un triciclo può variare decisamente da persona a persona, ma soprattutto da bambino a bambino.

Io ammetto che uno dei principali motivi che mi ha spinto ad acquistarlo è la noia nel dover sempre usare il passeggino. E’ oramai trascorso un anno di utilizzo continuativo e penso che anche per il bambino oramai il passeggino non sia più un gran divertimento.

L’idea di andare a fare la spesa con Martin a bordo di un triciclo è qualcosa che mi ha sempre stimolato ad acquistare il primo triciclo.

Ovviamente poi in tutto ciò incorrono altre motivazioni come:

  • La semplicità di utilizzo: i tricicli possiedono un maniglione nella parte posteriore che consente al genitore di pilotare il mezzo con grande agilità e senza fare alcuna fatica;
  • Il divertimento del bambino: Martin a bordo del triciclo è convinto di guidare un mezzo con le sue mani. Guarda il mondo da una nuova angolazione e fa nuove esperienze. Tutto ciò penso che sia un grande stimolo per il piccolo, che ha la possibilità di oltrepassare ostacoli e divertirsi spensierato sul suo nuovo mezzo;
  • La comodità di sapere che il bambino viaggia in piena sicurezza e che a bordo del triciclo non può accadergli niente di grave, al punto che lo stesso passeggino potrebbe (in teoria) essere più pericoloso del triciclo.

Come scegliere un triciclo?

Vediamo adesso quali sono i principali accorgimenti a cui prestare attenzione per scegliere il miglior triciclo sul mercato.

Nelle righe che seguono ci concentreremo su tutti questi fattori, ma anche su tutti i possibili optional che un triciclo può avere, di modo che possiate essere consapevoli della gamma di funzionalità che questo mezzo può offrire e siate dunque capaci di prendere una scelta più razionale.


Il marchio

So che tante persone non danno peso al marchio del prodotto e anche io di solito non ci perdo troppo tempo, ma quando si parla di Martin è diverso.

Quando acquisto un prodotto per bambini, mi serve quella sicurezza che solo un marchio prestigioso è in grado di darmi. Ecco perché alla fine ho deciso di acquistare il triciclo della Kinderkraft.

Qui i motivi principali sono due: il primo è che ho un debole per il mondo tedesco e la Kinderkraft in Germania è un’istituzione. Il secondo è questo marchio mi offre la garanzia che le cose e la produzione del triciclo per bambini siano state fatte nel migliore dei modi e seguendo procedure o selezionando materiali che possono garantire il massimo della sicurezza.

Come molto di voi sapranno, è ovvio che anche in questo settore ci possono essere molte variabili. E’ infatti pieno di aziende famose che producono prodotti con un marchio diverso per aziende più piccole, non è dunque possibile sapere se un prodotto sia effettivamente “il figlio” di un grande marchio o meno.

Quello che vi consiglio nel caso stiate vagliando un triciclo per bambini di un marchio poco conosciuto e specie se doveste acquistare su Amazon, è quello di leggere con attenzione le recensioni dei clienti che hanno già acquistato il prodotto, sia quelle positive, che quelle negative.

In questo modo riuscirete a farvi un’idea precisa del valore del prodotto che state per acquistare.


La qualità dei materiali

E’ ovvio che il primo fattore da considerare nell’acquisto di un triciclo per bambini sia la qualità dei materiali con cui questo è costruito.

Altrettanto ovvio è che acquistando online il prodotto è difficile giudicare quale possa essere il livello qualitativo dei materiali utilizzati.

Il mio consiglio in questo caso è, come prima cosa, leggere attentamente la descrizione del prodotto e guardare molto bene le fotografie, in modo da capire quanto metallo e quanta plastica siano inclusi nel prodotto.

La seconda cosa è sempre quella di leggere con attenzione le recensioni, poiché qui potrete leggere esperienze di persone che hanno usato il prodotto per mesi o addirittura anni, dunque se la loro esperienza è stata positiva, è molto probabile che lo sarà anche la vostra.


Gli accessori di sicurezza

La sicurezza prima di tutto: questo è il mio motto quando si parla di Martin. Verificate dunque la presenza di cinture di sicurezza e ogni altro piccolo dettaglio che possa fare la differenza.

Più che mettere tanta attenzione sul prezzo finale del prodotto, il vostro compito dovrà essere quello di comprendere quale triciclo sia in grado di tenere sempre al sicuro il bambino.

Anche qui vale sempre il doppio consiglio di leggere la descrizione del prodotto e le recensioni di coloro che hanno già avuto un esperienza con il triciclo.


Il vano posteriore

Un optional spesso presente nel triciclo che può sembrare banale, ma per me è molto importante, è la presenza di un vano posteriore porta-oggetti.

Quante cose servono infatti quotidianamente per prendersi cura dei nostri bambini? Tutti conoscete la risposta a questa domanda, dunque il vano porta-oggetti è sempre indispensabile, anche perché sul triciclo non avrete la possibilità di attaccare una borsa porta-pannolini, dunque il vano posteriore non fa certo male!


Il portabicchiere

Ecco un altro optional chic, che può sembrare un vezzo, ma in realtà riveste un’altrettanto grande importanza. Il porta-bicchiere posteriore consente infatti di riporre il biberon e di averlo sempre a portata di mano.

Uno dei maggiori incubi di mia moglie è infatti proprio quello di non idratare a sufficienza Martin. Diciamo che la presenza del porta-bicchiere aumenta drasticamente la possibilità che il papà si ricordi di dare da bere al bambino.


Seduta reversibile

Un altro aspetto che può essere importante è la presenza di una seduta reversibile, optional che non è presente in tutti i modelli, ma solo in alcuni.

Abbiamo già parlato di questo tema riguardo ai passeggini (vedi la nostra guida su quando girare il passeggino fronte strada) e lo stesso vale per il triciclo.

Questi modelli offrono infatti la possibilità di invertire l’orientamento della seduta, posizionandola fronte strada o fronte mamma (o papà).

Si tratta sicuramente di un optional interessante per i bambini di età più piccola, ai quali potrebbe ancora fare molto piacere osservare la mamma (o il papà) mentre si è in marcia.


Maniglione allungabile

Un optional disponibile invece in quasi tutti i modelli è il maniglione posteriore allungabile. I tricicli posseggono infatti un maniglione che consente al genitore di pilotare il triciclo, senza che il bambino se ne accorga.

Quasi sempre questo è allungabile in base alle esigenze, di modo che si adatti al meglio all’altezza del genitore che guida il triciclo.

Il meccanismo è di solito molto semplice: sul maniglione sono presenti dei fori, dove si va ad inserire un piccolo perno che blocca il maniglione.

Basterà quindi scegliere la misura ideale e lasciar fuoriuscire il perno a quell’altezza.


Poggiapiedi pieghevoli

Altro fattore importante è la presenza dei poggiapiedi. Come già abbiamo avuto modo di ribadire in precedenza, i bambini di età più piccola, non riescono ancora a pedalare.

Per questo motivo i tricicli per bambini sono dotati di appositi spazi dove il bambino può appoggiare il piede. E’ però importante che questi poggiapiedi siano pieghevoli, poiché quando il bambino inizierà a pedalare, occorrerà ripiegare i poggiapiedi di modo che non disturbino la pedalata.


Inclinazione dello schienale regolabile

Altro optional che può essere molto utile, ma non disponibile in tutti i modelli di tricicli, è la possibilità di reclinare l’inclinazione della seduta del triciclo.

In questo modo è possibile assecondare le esigenze del bambino di avere maggior comfort a bordo del triciclo e, quantomeno in linea teorica, sarà possibile anche offrire al piccolo una superficie che gli consenta di dormire a bordo.

Ovvio tuttavia che è sconsigliato lasciare dormire il bambino a bordo del triciclo, poiché assumerebbe una posizione non proprio consona.


Capottina proteggi-sole

Quasi la totalità dei modelli è invece dotato di una comoda capottina che protegga da sole o dalle intemperie. La capottina è di solito reclinabile, di modo che si possa posizionare nella posizione ideale per quel momento, assecondando l’inclinazione del sole ad esempio.

E’ importante che la capottina sia anche impermeabile, di modo da poterla sfruttare anche qualora la pioggia ci sorprenda.

Allo stesso modo la capottina deve bloccare i raggi UV del sole, proteggendo il bambino nelle giornate più calde.


Freni posteriori

Infine è importante anche la presenza di comodi freni posti nella parte posteriore del triciclo. I freni consentono al genitore di bloccare il triciclo a bisogno e risultano essere particolarmente comodi, quando ci si trova in salita o in discesa e si ha la necessità di svolgere qualche compito e di mollare quindi l’impugnatura del triciclo.

Per me ad esempio, sono indispensabili quando devo buttare la spazzatura, poiché i miei bidoni si trovano su una strada in discesa.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Post recenti