Perdite dal seno alle prime settimane di gravidanza: perché succede?


perdite dal seno alle prime settimane di gravidanza

Durante le prime settimane di gravidanza sono numerosi i cambiamenti a cui il vostro corpo sarà sottoposto.

Ne abbiamo parlato in maniera approfondita nella nostra guida “Come cambia il corpo in gravidanza”, ma anche in quella occasione non abbiamo parlato di uno dei sintomi che interessa solitamente un numero limitato di donne.

Può infatti capitare che già alle prime settimane di gravidanza si assista a piccole perdite dal seno di un liquido il cui colore può essere trasparente o tendente al bianco-crema.

Cerchiamo di capire perché capita questo fenomeno e che cosa sia esattamente questo liquido.


La comparsa del colostro alle prime settimane di gravidanza

Il liquido che può comparire dal seno già alle prime settimane di gravidanza è il colostro.

Il colostro altro non è che il primo nutrimento che il piccolo mangerà nei primi giorni di vita.

Il seno infatti dopo il parto cambierà in maniera graduale, producendo inizialmente il colostro, che è il liquido di passaggi che porta alla produzione del latte materno.

Il colostro quindi è un liquido di transizione, molto ricco di vitamine, di zucchero e di nutrimento per il bambino, ma povero di grassi.

Nei primi giorni di vita del bambino, poche gocce di questo liquido costituiranno l’unico nutrimento a disposizione del bambino.

La continua suzione del bambino nei primi giorni di vita stimolerà la produzione del vero latte materno che dovrebbe poi comparire in pochi giorni, di solito due o tre.

Il colostro compare di solito negli ultimi mesi di gravidanza (vedi se vuoi la nostra guida “Quando compare il colostro?”.

E’ sufficiente spingere un poco il seno per vedere fuoriuscire qualche goccia di questo liquido così importante per il bambino.

In alcuni casi però il colostro compare già prima ed alcune donne notano la perdita di alcune gocce di liquido già dalle prime settimane di gravidanza.

Non c’è nulla di cui preoccuparsi, si tratta di un processo del tutto normale e che varia soggettivamente da donna a donna.


Come cambia il seno in gravidanza?

Già dai primi giorni di gravidanza infatti il seno è sottoposto a cambiamenti importanti.

Stimolata dagli ormoni della gravidanza e in particolare dalla prolattina e dall’ormone lattogeno placentareOpens in a new tab., la ghiandola mammaria comincia a svilupparsi.

Pian pianino noterete modificarsi anche l’aureola e il capezzolo del seno che tenderanno ad aumentare di dimensione e diventare più scuri.

I lobuliOpens in a new tab., ovvero le ghiandole del seno chiamate a produrre il latte, si allargano e aumentano man mano di quantità.

I dotti galattoforiOpens in a new tab. (i piccoli canali chiamati a trasportare il latte dai lobuli al capezzolo) invece diventano sempre più forti ed elastici, preparandosi al duro lavoro che saranno poi chiamati a svolgere dopo la nascita del bambino.

Tutti questi piccoli cambiamenti rappresentano in realtà uno sforzo non indifferente per il corpo della donna.

Nel corso della gravidanza potrete avere spesso fastidi al seno, che rimane uno degli organi più sensibili durante questa particolare fase della vita di una donna.

Con l’allattamento poi dovrete prepararvi ad un nuovo rapporto con il vostro seno, che svolgerà quella funzione così essenziale di nutrire il vostro piccolo e che dovrete imparare a gestire in maniera abbastanza differente dal solito.


Potrebbe anche interessarti:

Recent Content

© 2020 Copyright Casa e Bimbi