Quando cambiare seggiolino auto?

quando cambiare seggiolino auto

La vita di un genitore è intrisa da numerose scelte che riguardano la vita del bambino e spesso ci si ritrova davanti a decisioni non tanto semplici.

Abbiamo parlato a lungo ad esempio di primi passeggini del piccolo, dell’ovetto o della navicella, che rappresentano uno dei primi scogli che i genitori sono chiamati ad affrontare.

Ma dopo questa prima fase arrivano numerose altre sfide, tra le quali una decisamente non semplice da comprendere è quando cambiare seggiolino auto.

I seggiolini auto si dividono infatti in diversi gruppi, ognuno dei quali corrisponde ad un determinato peso o ad una determinata altezza del bambino.

Questo settore è abbastanza complicato da comprendere ed è questo il motivo che mi ha spinto a scrivere questa guida dove cercheremo di capire in quali gruppi si suddividono i seggiolini, quando giunge il momento di cambiare seggiolino e quali seggiolini possono essere presi in considerazione per il cambio.


Seggiolini auto: come si dividono?

I seggiolini auto sono classificati in diversi gruppi, che seguono lo sviluppo evolutivo del bambino. Nello specifico esistono i seguenti seggiolini che si adattano a bambini di diverse fasce di peso:

Gruppo seggiolinoPeso del bambinoEtà del bambino (circa)
Gruppo 00 – 10 kgsino ai 9 mesi
Gruppo 0+0 – 12 kgsino ai 12 mesi
Gruppo 19 – 18 kg9 mesi – 4 anni
Gruppo 2/315 – 36 kg3 – 12 anni
Gruppo 1/2/39 – 36 kg9 mesi – 12 anni
Gruppo 0/1/2/30 – 36 kg0 – 12 anni

Ovviamente le fasce di peso e di età sono una pura indicazione che spesso non coincidono. Per farvi un esempio mio figlio Martin ha smesso di usare l’ovetto intorno ai 6 mesi di vita perché non ci stava proprio più all’interno e il suo peso era di circa 8 kg.

Era tuttavia evidente che il bambino non avrebbe potuto continuare a stare all’interno del seggiolino, poiché era molto alto e le sue gambe premevano forte contro il sedile dell’auto.

Come si evince dalla tabella esistono poi modelli di seggiolino (che vanno molto di moda) capaci di coprire più gruppi e addirittura modelli che vantano la possibilità di essere usati dalla nascita sino ai 12 anni del bambino.

La realtà per mia esperienza è abbastanza diversa, nel senso che è sempre necessario usare l’ovetto alla nascita, per poi passare al seggiolino auto quando il bambino cresce. Trovo personalmente molto complicato credere che un unico seggiolino sia capace di fungere da ovetto e seggiolino in maniera ottimale.

Molto meglio sono invece i modelli del gruppo 1/2/3, che sono versatili e si adattano molto bene alla crescita del bambino nel corso del tempo.

Esistono infine seggiolini che sono una via di mezzo tra quelli elencati e coprono magari il solo gruppo 0/1 o magari 0/1/2.


Quando passare dall’ovetto al seggiolino auto?

Il passaggio dall’ovetto al seggiolino auto è il primo cambio di supporto che sarete chiamati a compiere. Capire quando è arrivato il momento giusto, non è poi così complicato, poiché di solito succede che il bambino è troppo grande per continuare a stare nell’ovetto.

quando cambiare seggiolino auto

L’ovetto può essere usato in teoria sino ai 9 mesi del bambino, ma capita spesso che occorra cambiarlo prima.

Ciò che è importante in questi casi è che il bambino sia in grado di mantenere la testa eretta in autonomia e con sicurezza.

Di solito i bambini ne sono capaci ben prima dei 9 mesi, dunque è possibile che vi ritroverete ad abbandonare l’ovetto già entro i 6 mesi.

La caratteristica più evidente che dovrebbe farvi riflettere sulla necessità di un cambiamento, è il fatto che i piedi del bambino rimangano schiacciati contro il sedile dell’auto.

Specie se l’ovetto è fissato tramite isofix, dovreste accorgervi subito che il bambino è cresciuto a sufficienza e che dovreste iniziare a cercare una soluzione alternativa.


Quale seggiolino scegliere dopo l’ovetto?

Una volta che è divenuto ufficiale che sia giunto il momento di abbandonare l’ovetto, significa che dovrete cercare un nuovo seggiolino.

L’ovetto corrisponde ad un supporto del gruppo 0 (o 0+), dunque potete andare alla ricerca di un seggiolino che appartenga ai gruppi dall’1 in su.

Acquistando un modello del gruppo 1/2/3 significa che dovrete fare un unico acquisto che vi accompagnerà sino ai 12 anni del bambino, mentre se scegliete un modello diverso, dovrete, con il trascorrere degli anni, fare un nuovo cambio.

Ci sono ovviamente un sacco di modelli di seggiolini che potrete prendere in considerazione, ma di seguito vi propongo tre modelli appartenenti a 3 classi di prezzo differenti, di modo che possiate farvi un’idea concreta sulle diverse possibilità.


#1 Chicco Youniverse

Il Chicco Youniverse è uno dei primi seggiolini auto del gruppo 1/2/3 che possiate prendere in considerazione per il salto dall’ovetto al seggiolino.

Si tratta di un modello dotato di isofix, che si adatta alla crescita del bambino nel corso degli anni, accompagnandolo da subito dopo l’ovetto sino ai 12 anni di età.

Dotato di ogni accortezza per ciò che riguarda la sicurezza a bordo, il seggiolino Chicco è reclinabile, di modo che il bambino riesca sempre a trovare la posizione ideale durante il viaggio.

Ottime le recensioni di coloro che hanno deciso di acquistarlo, è uno dei modelli con la minore possibilità di deludervi.

Offerta
Chicco Youniverse Fix Seggiolino Auto 9-36 kg Reclinabile ISOFIX, Gruppo 1/2 / 3 per Bambini da 1 a...
  • SEGGIOLINO AUTO RECLINABILE: Il seggiolino si...
  • GRUPPO 1 (9-18 KG): Il seggiolino si installa...
  • GRUPPO 2/3 (15-36 KG): Grazie al poggiatesta...

Ultimo aggiornamento 2021-09-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


#2 Cybex Silver

La Cybex è un’altra grande azienda specializzata nella produzione di seggiolini, che propone varie soluzioni decisamente interessanti.

Il loro modello Silver è sicuramente uno dei più apprezzati tra quelli proposti e appartiene al gruppo 1/2/3, di modo che possa accompagnarvi sino ai 12 anni del bambino.

E’ installabile sia con isofix che con cinture è ha uno schienale regolabile in 11 diverse posizioni, di modo da trovare sempre la posizione ideale di viaggio.

La Cybex si caratterizza perla grande attenzione nei confronti della sicurezza dei piccoli a bordo e il modello ha ricevuto recensioni entusiaste da parte di coloro che hanno deciso di acquistarlo.

Cybex Silver Pallas-Fix Seggiolino Auto 2 in 1 per Bambini, Gruppo 1/2/3/9-36 kg, 9 Mesi, 12 Anni,...
  • Su questo seggiolino Cybex prevede...
  • Seggiolino auto di qualità durevole e...
  • Cuscino di sicurezza ad ampiezza regolabile,...

Ultimo aggiornamento 2021-09-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


#3 Foppapedretti Best duofix

Tra i più grandi produttori di seggiolini in Italia che hanno riposto altissima attenzione al tema sicurezza, va sicuramente citata la Foppapedretti, che con il loro modello Best duofix propone un seggiolino molto economico, ma al quale non manca proprio nulla.

Tra i suoi principali vantaggi ricordiamo:

  • Isofix in dotazione;
  • Schienale reclinabile;
  • Appartenente al gruppo 1/2/3, dunque utilizzabile sino ai 12 anni del bambino;
  • Protezione rinforzata ai lati per proteggere il bambino dagli urti.
Foppapedretti Best duoFix Seggiolino Auto Omologato, Gruppo 2-3 (15-36 kg), per Bambini da 3 a 12...
  • Seggiolino auto omologato per i gruppi 2 e 3...
  • È un seggiolino auto con seduta regolabile...
  • Dotato di sistema di protezione per impatto...

Ultimo aggiornamento 2021-09-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


Quando cambiare seggiolino auto?

Se invece il vostro seggiolino auto appartiene ad un determinato gruppo e pensate che il bambino sia cresciuto troppo (anche riferendovi alla tabella pubblicata poco fa), allora è probabile che vi ritroviate nel momento giusto per fare un nuovo cambio.

Per essere sicuri che sia giunto il momento giusto, c’è un piccolo trucco che potete applicare.

Quando il bambino è seduto all’interno del seggiolino, verificate che la sua testa non sporga in alto e che questa sia completamente protetta.

Nel caso la testa sbucasse dal seggiolino, significa che il supporto non è più adatto al bambino e che occorra dunque acquistarne uno nuovo.

Nel caso contrario, se la testa si trovasse ancora protetta dal seggiolino, allora potete attendere ancora qualche settimana o mese prima di cambiarlo.


Conclusioni

Il tema “seggiolini auto” non è certo semplice, ma come avrete potuto notare, bastano alcuni semplici accorgimenti per riuscire a comportarsi in maniera corretta e tenere il bambino sempre al sicuro.

D’altronde, la sicurezza in auto è qualcosa su cui non è proprio possibile transigere ed è sempre necessario assicurare al piccolo un viaggio in completo comfort e in piena sicurezza.

Avete ancora qualche dubbio a riguardo?

Allora lasciate un commento nell’apposito spazio qui sotto e sarò lieto di rispondere alle vostre domande.


Potrebbe anche interessarti:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Post recenti